Le migliori notizie possibili

Quarantena per il covid-19: come la natura sia guarita magicamente a Kiev (Kiev – Ucraina)

Questo Covid-19 è stato un grande campanello d'allarme per il mondo. In un modo perverso è semplicemente la cosa migliore che sia mai successa. Questo mi è stato inviato da un amico in Ucraina, non è l'unica storia del suo tipo che ho letto. La quantità di persone con cui ho parlato che ha cambiato la vita è incredibile. Nonostante le apparenti difficoltà finanziarie, le persone stavano effettivamente risparmiando denaro per la prima volta – nessun ristorante dove andare, dovuto cucinare e mangiare a casa. Le persone hanno rivalutato ciò che è importante e ciò che non lo è. Le persone hanno imparato a fare a meno della routine di calcio del venerdì sera. Il mondo non sarà mai più lo stesso, in molti modi, per il meglio.

Il mondo stava discutendo attivamente delle notizie false su come la natura sta prendendo il sopravvento a causa della quarantena del Coronavirus: l'acqua cristallina dei canali di Venezia, il ritorno dei cigni nei canali della città, gli elefanti ubriachi nella provincia di Yuhan e molti altri.

Kiev è riuscita anche a subire molti cambiamenti "ambientali", ma si riprese da loro ancora più velocemente! Read what changed in Kyiv during quarantine, come si sono abituati i locali (o no) alla nuova realtà, e come la città stava lottando per tornare ai bei vecchi tempi.

disconoscimento: l'articolo è fatto per verificare se il senso dell'umorismo non è stato ucciso da una lunga quarantena, e per attirare l'attenzione su alcuni problemi permanenti di Kiev, che non sono soggetti a Covid-19.

I delfini sono tornati a Kiev dopo 1 000 000 anni

IMG_3886
fonte: la mia fotografia&photoshop

La natura di Kiev si è alzata a un livello così alto che i delfini sono tornati a Kiev. Durante la rigorosa quarantena Covid, le acque del fiume Dnipro sono diventate così pulite, che ha creato un ambiente perfetto per i delfini.

però, i locali erano profondamente preoccupati che l'invasione dei delfini non fosse altro che la mutazione dei pesci che semplicemente non sapevano come reagire a un livello così ridotto di inquinamento dell'acqua.

Questa ipotesi è stata confermata una volta che la covida quarantena a Kiev si è allentata: con le prime ondate di persone liberate, infrangere tutte le regole di quarantena, misteriosi delfini sono scomparsi dal fiume Dnipro, o almeno ha deciso di non presentarsi, spaventato da troppa attenzione.

eco protesta Dnipro
La protesta contro l'inquinamento delle acque a Kiev, 2019

Ora le persone possono calmarsi un po ', dal momento che le navi, yachts, rifiuto di fabbrica, le acque reflue e altri rifiuti stanno tornando al fiume Dnipro, facendo in modo che l'Ucraina continui a essere considerata un paese di acque basse.

Rinascita della natura negli aeroporti di Kiev

aeroporto
Una moltitudine di pecore che invadono l'aeroporto. fonte: Photoshop, ovviamente..

Non solo gli stormi di animali hanno iniziato a invadere gli aeroporti di Kiev una volta banditi i voli, ma alcune pazze invasioni ucraine sono avvenute dopo l'atterraggio dei cosiddetti "voli di evacuazione".

Nel mese di marzo, ucraini, evacuato dal Vietnam, così disperatamente voluto lasciare l'aeroporto, che stavano cercando di fuggire da esso, abbattendo la porta, e provando a sfondare al terminale. Dopo di che, molti di loro si sono rifiutati di sottoporsi all'osservazione post-arrivo obbligatoria.

Ancora una volta gli ucraini hanno dimostrato che siamo una nazione amante della libertà, e non può essere messo in gabbia in qualche hotel, per prevenire la diffusione del coronavirus.

L'industria del turismo è stata molto colpita da Covid-19. Uno dei tristi esempi è l'Aeroporto di Kiev Sikorsky che ha annunciato di fronte alla bancarotta durante la crisi di Covid-19. Ora l'aeroporto è stato aperto, ma per qualche tempo funzionava in modalità limitata.

Entrambi gli aeroporti di Kiev stanno accettando i viaggiatori adesso (compresi i visitatori stranieri), so you are now welcome to fully explore Kyiv either on Awesome or Awful Kyiv Tours.

Le castagne hanno ricominciato a crescere nella via principale di Kiev

La natura puliva così velocemente durante la quarantena, quelle castagne, l'albero preferito di tutti i tempi della capitale ucraina, tornò sulla strada principale di Kiev, Khreshchatyk (desideri!)

castagne Kiev
Castagne che crescono sulla strada Khreshchatyk (va bene, gente, è degli anni '60)

Poiché le castagne non sembrano crescere in ambiente di quarantena (o qualsiasi ambiente di Kiev), la città decise invece di piantare il thuja. The city government commented that exhaust gases have a detrimental effect on chestnut trees, nel frattempo il thuja non è una pianta esigente, e ha più possibilità di sopravvivere in tali condizioni.

tuia
Nuove castagne di Khreshchatyk (bene, quasi…)

Più tardi il sindaco di Kiev, Vitaly Klytchko, ha spiegato che le castagne saranno piantate in via Khreshchtyk l'anno prossimo, come parte della ricostruzione di Khreshchatyk.

Piogge e inondazioni sono tornate a Kiev

This winter was pretty dry and lacked snow. però, durante la quarantena, la natura a Kiev è stata purificata così tanto, che le piogge battenti sono tornate a Kiev, causando la buona vecchia inondazione. As a matter of fact, anche le strade centrali che sono state rinnovate di recente, come Pushkinska e Prorizna, ancora trasformato in oceani.

Pushkinska
Inondazioni dopo la pioggia sulla via Pushkinska recentemente rinnovata. fonte: hmarochos.kiev.ua

Perché, come dice il vecchio detto ucraino, nessun denaro può offrirti un sistema fognario adeguato, anche leggermente più di 140 milioni di UAH.

piove a Kiev
Auto regolari che controllano la loro capacità di navigare. Distretto di Solomiansky. fonte: social media, pravda.com.ua

I ponti hanno smesso di "stancarsi"

Secondo il principale costruttore di ponti di Kiev (a.k.a. sindaco della città Vitaly Klytchko), Kiev ha iniziato a riparare 13 ponti e cavalcavia durante la quarantena. Le opere principali sono concentrate attorno al ponte Podilsky che dovrebbe facilitare il carico di trasporto sul resto dei ponti di Kiev.

ponte di Klitchko
Il sindaco di Kiev, Vitaly Klytchko, verifica del processo di costruzione presso il Ponte Podilsky ю Fonte: itc.ua/

Da quando durante la quarantena Covid a Kiev, la quantità di automobili e il traffico sulle strade sono notevolmente diminuiti, I ponti di Kiev hanno smesso di "stancarsi" (come è successo con il Ponte Shuliavsky in 2017, secondo il sindaco di Kiev). Sebbene le strade vuote di Kiev siano state un fenomeno molto temporaneo, e i traffici tornarono sulle strade di Kiev non appena la quarantena fu rilassata.

Le biciclette sono tornate a Kiev

La natura durante la quarantena a Kiev si è guarita così tanto che le biciclette sono tornate a Kiev. Dal momento che il lavoro di trasporto pubblico a Kiev era limitato, e la metropolitana era persino chiusa, più ciclisti hanno iniziato ad apparire nelle strade di Kiev.

Cosa c'è di più, alcune nuove piste ciclabili sono apparse nel centro della città. Si sono rivelati più utili per i proprietari di auto, chi ha considerato queste piste ciclabili come nuovi parcheggi gratuiti.

parcheggio

È un gesto molto generoso da parte del governo della città: molti proprietari di auto a Kiev si riferiscono a persone povere che non possono permettersi un parcheggio a pagamento. Così ora, oltre ai marciapiedi, possono usare piste ciclabili per il parcheggio.

protesta ciclistica
La protesta dei ciclisti di fronte al Consiglio comunale di Kiev

A giugno 15 i ciclisti sono venuti al Consiglio Comunale per una protesta "bugiarda". Il requisito fondamentale dei manifestanti è rendere le strade più sicure per ciclisti e pedoni. Alcuni degli slogan erano “La città per le persone, non per le auto!”, "Non uccidermi oggi" ecc.

La costruzione illegale è tornata a Kiev

Non che sia mai scomparso, ma la costruzione illegale a Kiev divenne ancora più attiva durante la quarantena di Covid-19. Il blocco a Kiev è un mondo di infinite possibilità per le imprese illegali. Se qualcosa di illegale fosse facile da costruire prima di Coronavirus a Kiev, con la quarantena si è trasformato in un passaggio gratuito.

maidan
Un altro tentativo di costruire un "pollaio" in via Sofiivska, Maidan

Molti scandali stavano accadendo intorno alla costruzione illegale nel distretto di Podil. Uno degli esempi di spicco - ospita una cantante ed ex vice Oksana Bilozir. Il rappresentante dello sviluppatore ha spiegato che la casa non ha 12 piani illegali, ha solo 4, tutto il resto - solo mezzanino.

Bilozir
fonte: facebook.com/balytska.olga

I locali ironici continuano a ridere della situazione con la costruzione illegale a Kiev.

fonte: https://awesomekyiv.com/2020/06/29/covid-quarantine-nature-changes-in-kyiv/

Elegge un pagliaccio e otterrai l'intero circo

Si prega di fare qualsiasi commento che si desidera fare nel forum segui questo link